Non una di meno

Non una di meno

martedì 15 novembre 2016

NOI CI SIAMO
A cura del TAVOLO contro la violenza sulle donne promosso da SOLIDALIA
17 novembre 2016
Proiezione del film SUFFRAGETTE 
Oratorio S: Filippo Neri - Romano di Lombardia
 
SUFFRAGETTE è un film del 2015 diretto da Sarah Gavron.
Protagoniste Carey MulliganAnne-Marie Duff e Helena Bonham Carter. Nel cast vi è anche Meryl Streep, nei panni di Emmeline Pankhurst (1858-1928), attivista e politica britannica che guidò il movimento suffragista femminile del Regno Unito.
Ambientato a Londra nel 1912, mette in scena un momento della lotta per il diritto di voto delle donne in Inghilterra attraverso la storia  di Maud Watts, una giovane lavandaia che matura la consapevolezza delle propria dignità dentro durissime condizioni di lavoro e una vita senza diritti umani.
La solidarietà tra donne diventa la scelta di fondo che muta lo sguardo su di sé e sul mondo, a cominciare dalle relazioni famigliari e coniugali in cui la donna era un oggetto di proprietà degli uomini.
 
Senza la presenza delle donne la storia che raccontano i libri è parziale, lacunosa, spesso incomprensibile e certamente discutibile.
La storia della cittadinanza senza le donne è semplicemente falsificata.
In Italia la lotta per la cittadinanza delle donne comincia dentro il Risorgimento ma le donne sono state dimenticate, come genere e come singole personalità anche attraverso la cancellazione delle loro associazioni, la cui presenza fu invece determinante nel dibattito politico e nella concretezza delle lotte. 
Nemmeno le donne conoscono i nomi di Bianca Milesi, Clara Maffei, Enrichetta Di Lorenzo, Sarah Levi, Laura Solera, Linda Malnati, Annamaria Mozzoni, Emilia Mariani, Adelaide Coari, Luisa Anzoletti, Antonietta Giacomelli, ecc. ecc. ecc. 
Donne che hanno lottato, scritto, parlato, organizzato, salvato vite, se ne stanno lì chiuse dietro la porta della storia aspettando che noi finalmente la spalanchiamo.
Le donne inglesi ottennero il diritto di voto nel 1928, le italiane nel 1946.
Non basta un film ma è certamente uno stimolo a porsi domande non solo sul passato ma su ciò che vogliamo per il nostro presente.
Ogni volta che godiamo della nostra libertà ricordiamo che siamo state il sogno di donne che hanno lottato anche per noi. 
E quando le donne chiedono diritti per sé li chiedono per tutti.
Scheda a cura di Rosangela Pesenti  
Gruppo SCONFINATE UDI-Romano di Lombardia

Nessun commento:

Posta un commento