Non una di meno

Non una di meno

giovedì 10 novembre 2011

SCUOLA POLITICA "GIACCHE LILLA" - CRISI

CRISI, parola chiave del presente, carica di ipotesi infauste per il futuro e di molte ansie personali in uno scenario di erosione delle certezze sulle quali si erano costruite le vite e le speranze, la crisi sembra essere più evocata che capita, più patita che affrontata, come se fosse un sommovimento terrestre del quale ignoriamo l’origine e il significato.
Ogni giorno i mezzi d’informazione rovesciano su di noi le bizzarre vicende della speculazione e le improbabili ricette del capitale, intanto i ricchi diventano sempre più ricchi, i poveri sempre più poveri e a noi, cittadini e cittadine, viene chiesto di rinunciare ai diritti acquisiti per far ripartire la macchina della produzione.
Ma produrre che cosa e per chi?
Chi decide che cosa è bene per noi?
Se il denaro è la misura convenzionale del valore delle cose, noi vogliamo dire quali cose hanno davvero valore e su quelle misurare il denaro.
I governi, il Fondo Monetario internazionale, la Banca Centrale Europea, sembrano organismi che ci sovrastano, guidati da uomini e donne che sembrano venire da un altro pianeta e tutti noi formiche asservite e impotenti.
C’è qualcosa che possiamo fare?
Forse si tratta di cominciare a pensare in piccolo e agire in tempo, nel tempo presente della nostra vita: è l’unica che abbiamo a disposizione e non possiamo farcela scippare.

mercoledì 2 novembre 2011

Comunicato stampa - La rivista femminista trimestrale MAREA a Umbria Libri


Globalizzate e scontente. L’esperienza di critica alla globalizzazione dal 2001 al 2011.

MAREA si racconta, il 10 / 11/ 2011  a Umbria Libri (Rocca Paolina Piazza Italia, Perugia),

CERP – SALA VIRGINIA WOOLF ore 19

Intervengono Erminia Emprin, Laura Guidetti, Monica Lanfranco, Rosangela Pesenti
 Sarà proposta la proiezione di parti del  video Punto G 2011



La rivista femminista MAREA esce da 15 anni con regolarità, da quando nacque a Genova come tribuna per veicolare notizie, idee, interviste, materiali e racconti che nascono dal lavoro di quante credono che prima  di tutto occorra segnare il cammino con la propria identità sessuata.

Le sue rubriche sono state pensate in chiave 'marina' per rafforzare  e rendere evidente il legame della rivista con la sua terra d'origine, la Liguria, ma anche con l'elemento femminile dell'acqua: Conchiglie sono le recensioni di libri, Orca è il tema centrale che ogni volta viene approfondito con interventi e interviste, Stelle Marine declina le biografie eccellenti, Delfino dà voce alla riflessione maschile, Faro propone le notizie dal mondo, Sabbia sono i racconti con cui si chiude il trimestrale.

Dal 1998 ha il sito www.mareaonline.it e dal 2009 ha una radio web podcast, www.radiodelledonne.org che ha reso fin qui disponibile 130 servizi, interviste e documenti audio e video scaricabili gratuitamente.

Da tre anni MAREA organizza un incontro nazionale tematico di formazione della durata di tre giorni presso l’Officina dei saperi femministi ad Altradimora (vicino Acqui Terme) www.altradimora.it

A Perugia MAREA porta, oltre ai suoi ultimi numeri, anche in anteprima i due dvd dal titolo
Punto G 2011- Genere Genova Globalizzazione che raccolgono le immagini, le interviste,  le registrazioni dei due giorni di plenarie e performance dell’evento organizzato dalla rivista MAREA a Genova il 25 e 26 giugno 2011.

Due  dvd che raccolgono oltre 6 ore di materiali audio e video (con in più documenti cartacei) sull’evento Punto G 2011- Genere Genova Globalizzazione,  organizzato dalla rivista Marea a 10 anni dal primo incontro del 2001.

Lavoro, precarietà,  fondamentalismi religiosi, mercificazione del corpo, ambiente: di questo e di molto altro si è parlato a Punto G, e chi non ha potuto partecipare troverà nei dvd la possibilità di ascoltare alcuni dei passaggi più significativi dell’evento.

Una anteprima dei dvd è disponibile su www.radiodelledonne.org, su www.mareaonline.it e su facebook

Per info e contatti: monica.lanfranco@gmail.com ; 347 0883011 begin_of_the_skype_highlighting            347 0883011      end_of_the_skype_highlighting.


ricomincia la Scuola Politica "Giacche Lilla" - CRISI -

CRISI
Parola chiave del presente, carica di ipotesi infauste per il futuro e di molte ansie personali in uno scenario di erosione delle certezze sulle quali si erano costruite le vite e le speranze, la crisi sembra essere più evocata che capita, più patita che affrontata, come se fosse un sommovimento terrestre del quale ignoriamo l’origine e il significato.
Ogni giorno i mezzi d’informazione rovesciano su di noi le bizzarre vicende della speculazione e le improbabili ricette del capitale, intanto i ricchi diventano sempre più ricchi, i poveri sempre più poveri e a noi, cittadini e cittadine, viene chiesto di rinunciare ai diritti acquisiti per far ripartire la macchina della produzione.
Ma produrre che cosa e per chi?
Chi decide che cosa è bene per noi?
Se il denaro è la misura convenzionale del valore delle cose, noi vogliamo dire quali cose hanno davvero valore e su quelle misurare il denaro.
I governi, il Fondo Monetario internazionale, la Banca Centrale Europea, sembrano organismi che ci sovrastano, guidati da uomini e donne che sembrano venire da un altro pianeta e tutti noi formiche asservite e impotenti.
C’è qualcosa che possiamo fare?
Forse si tratta di cominciare a pensare in piccolo e agire in tempo, nel tempo presente della nostra vita: è l’unica che abbiamo a disposizione e non possiamo farcela scippare.
Sabato 19 novembre alle ore 15,30
Romano di Lombardia, Palazzo Muratori (Piazza della chiesa)
Ne parliamo con:
Lidia Menapace, Partigiana, Senatrice
Eliana Como, Sindacalista FIOM
Rosangela Pesenti, Insegnante

http://sconfinate.blogspot.com